• Nuovo

Storie da Miss*

5,00 €

L'immagine in anteprima è una fotografia che rispecchia le reali condizioni del libro.

***I libri danneggiati sono libri d'occasione, nuovi ma provenienti dalle eccedenze di magazzino e dagli stock di copie invendute dalle librerie o fiere. I libri sono pienamente integri, anche se quelli più datati potrebbero presentare segni di usura sulle copertine e/o al loro interno***

Quantità

  • Tutti i tuoi acquisti sono protetti con i migliori standard SSL e certificati ! Tutti i tuoi acquisti sono protetti con i migliori standard SSL e certificati !
  • Spedizione veloce e con tracciabilità per seguire il tuo prodotto. Spedizione veloce e con tracciabilità per seguire il tuo prodotto.
  • Tutti gli acquisti godono del diritto di recesso. Tutti gli acquisti godono del diritto di recesso.
Fedele Toscani e Luigi Gariglio
#9788886982979

19x19 cm
60 pagine
40 fotografie a colori e in b/n
brossura


Le prime fotografie pubblicate dal Corriere della Sera all’inizio degli anni Trenta, dopo l’abbandono del disegno, sono firmate Fedele Toscani (Milano 1909 - Milano 1983). Pioniere del fotogiornalismo in Italia, Toscani era stato il fondatore, con Vincenzo Carrese, dell’agenzia Publifoto dalla quale si era poi staccato nel dopoguerra. Per il Corriere, Toscani “correva dietro ai fatti. Fotografava tutto quello che interessava e incuriosiva. Invece della penna usava il clic”. (Gaetano Afeltra, “Fedele Toscani, la vita è tutta un clic”, Corriere della Sera, 20 luglio 1992.)

Le sue immagini dei concorsi di bellezza degli anni Cinquanta, conservate negli archivi del Corriere, raccontano con allegria e partecipazione un mondo pieno di speranze, nel quale la bellezza avrebbe potuto diventare una strada per una vita diversa. 

Giovanna Calvenzi
 


L’ultima si chiama Cristina Chiabotto, è torinese, bionda, esile e rimarrà in carica fino ai primi di settembre 2005. Come le altre, anche lei si è sottoposta alla giuria, alla passerella, al rito della trasformazione che l’ha cambiata in potenziale reginetta, con costume nero, trucco e acconciatura appropriata e, nel suo caso, fascia da vincitrice.
Con un gioco di ritratti, le foto di Luigi Gariglio raccontano questa trasformazione: Miss per un giorno. Sguardo sereno, labbro teso o, magari, un’ombra seria che nasconde paura, attesa, timore. Ma c’è spazio anche per altri volti; le persone che hanno contribuito a costruire il concorso 2004, come tutti gli altri di questa lunga tradizione. In attesa del prossimo che, come ogni anno, consacrerà una nuova Miss Italia.
Alessandra Mauro