• Prezzo scontato

Stranieri

18,90 €
16,07 € Risparmia 15%

Il volume raccoglie contributi, testimonianze, ricordi e riflessioni di diversi autori riuniti dalla ferma convinzione che tornare a Camus voglia dire confrontarsi con pensieri e problemi che necessariamente ci appartengono e che devono appartenere a tutti noi.
Tra gli altri, ecco dunque i testi di Nicola Chiaromonte, Goffredo Fofi, Alessandro Leogrande, con testimonianze di Albert Camus e Jean-Paul Sartre.

Quantità

  • Tutti i tuoi acquisti sono protetti con i migliori standard SSL e certificati ! Tutti i tuoi acquisti sono protetti con i migliori standard SSL e certificati !
  • Spedizione veloce e con tracciabilità per seguire il tuo prodotto. Spedizione veloce e con tracciabilità per seguire il tuo prodotto.
  • Tutti gli acquisti godono del diritto di recesso. Tutti gli acquisti godono del diritto di recesso.
A cura di Goffredo Fofi e Vittorio Giacopini
9788869653360

15x21 cm
174 pagine 
15 fotografie in b/n
brossura con sovracoperta

Gli scritti raccolti in questo libro, accompagnati da alcune foto che documentano la breve vita di Camus e i molti aspetti della sua esperienza, sono il segno di riconoscenza della cultura italiana nei confronti dell’insegnamento del grande narratore, filosofo, uomo di teatro, giornalista e militante politico.
Albert Camus ha segnato il suo tempo come nessun altro scrittore. Tradotto quasi in tutto il mondo, il suo modo di legare riflessione filosofica, narrativa e concrete battaglie politiche è stato d’esempio per migliaia di giovani del dopoguerra, quelli non irretiti negli schieramenti della guerra fredda. 

Tra Lo straniero e La peste, la sua visione della storia e dell’esistenza, certamente non consolatoria e non complice, ha tuttavia cercato le vie della solidarietà tra gli individui, oppressi dai meccanismi sociali e dai limiti stessi della condizione umana. Insieme solitaire e solidaire, Camus ha indicato i modi della rivolta nell’apertura verso gli altri, con la celebre affermazione “mi rivolto, dunque siamo”. 

Testi di:
Piergiorgio Bellocchio, Marcello Benfante, Alfonso Berardinelli, Marco Bresciani, Alessandro Bresolin, Franco Cassano, Nicola Chiaromonte, Francesco Ciafaloni,  Francesco De Core, Marcello Flores, Goffredo Fofi, Vittorio Giacopini, Caterina Grignani, Nicola Lagioia, Alessandro Leogrande, Fabio Milana, Letizia Muratori, Lorenzo Pavolini, Stefano Velotti, e con testimonianze di Albert Camus  e Jean-Paul Sartre.