• Prezzo scontato
  • Nuovo

Volare alto volare basso

20,90 €
19,86 € Risparmia 5%

Con la fotografia sono finalmente riuscita a essere una persona:

non ero più una moglie, non ero un’amante, non ero bella, non ero giovane,

ma ero una persona che faceva testimonianza di qualcosa. Con molta convinzione.
Letizia Battaglia

Quantità

  • Tutti i tuoi acquisti sono protetti con i migliori standard SSL e certificati ! Tutti i tuoi acquisti sono protetti con i migliori standard SSL e certificati !
  • Spedizione veloce e con tracciabilità per seguire il tuo prodotto. Spedizione veloce e con tracciabilità per seguire il tuo prodotto.
  • Tutti gli acquisti godono del diritto di recesso. Tutti gli acquisti godono del diritto di recesso.
Goffredo Fofi e Letizia Battaglia
9788869658174

16,3x23 cm
120 pagine
44 fotografie in b/n
brossura con alette

Volare alto volare basso è il libro che propone un lungo dialogo tra Letizia Battaglia e Goffredo Fofi.
Non è una semplice intervista quella tra lo scrittore e critico e la fotografa siciliana ma una lunga, intensa e provocatoria dialettica di confronto e talvolta di scontro che, a partire dalla fotografia, tocca i temi più disparati. Il risultato è questo volume, sorprendente, attuale, diretto, pungente quasi offensivo, per dirla in dialetto siciliano, una vastasata.  Come un flusso di coscienza il discorso oscilla tra passato e presente, tra ricordi e realtà. Filo conduttore è la fotografia: non quella dei selfie, bensì quella con un valore civile, etico, sociale, capace di documentare, testimoniare e perdurare nel tempo. Nel corso della conversazione i due autori ritornano a un’epoca di disobbedienza civile, in cui la cultura era ancora uno strumento di liberazione e si credeva potesse realmente cambiare la società.  Ma non solo: si parla anche di arte, letteratura, cinema, viaggi, di una Sicilia arcaica, terra d’origine di Letizia Battaglia e adottiva per Goffredo Fofi; inevitabilmente, di mafia, di cui l’autrice palermitana è stata “testimone professionista”. E ancora, si ragiona sulla politica, odierna e passata; si riflette sulla cruda realtà quotidiana ma anche su quella spirituale. Si richiamano alla memoria pezzi di vita propria o altrui. Una vena malinconica accompagna un’analisi disincantata del mondo contemporaneo, con tutte le sue debolezze e le sue quotidiane battaglie.
 
Letizia Battaglia, nata a Palermo nel 1935, è tra le prime donne fotoreporter italiane. Dirige dal 1974 al 1991 il team fotografico del quotidiano L’Ora di Palermo e fonda l’agenzia Informazione fotografica. È inoltre regista, ambientalista, assessore dei Verdi con la giunta di Leoluca Orlando negli anni della Primavera Siciliana, deputata dell’Assemblea Regionale Siciliana, editrice delle Edizioni della Battaglia. Nel 2017 inaugura il Centro Internazionale di Fotografia di Palermo, che dirige. Tra le sue pubblicazioni Letizia Battaglia: Passion, Justice, Freedom, di Alexander Stille (1999), Dovere di cronaca (2006), Letizia Battaglia. Sulle ferite dei suoi sogni di Giovanna Calvenzi (2010), Letizia Battaglia. Per pura passione (2016), Letizia Battaglia. Fotografia come scelta di vita (2019) e Mi prendo il mondo ovunque sia, con Sabrina Pisu (2020).
 
Goffredo Fofi, nato a Gubbio nel 1937, è giornalista, scrittore, critico teatrale, cinematografico e letterario. Dopo aver creato e diretto storiche riviste quali i Quaderni piacentini, Ombre rosse, La terra vista dalla luna e Lo Straniero, attualmente si occupa della rivista Gli Asini. Tra le sue opere più recenti occorre citare la biografia Marlon Brando. Una tragedia americana (2014), la curatela dell’antologia Il racconto onesto (2015) e i saggi Elogio della disobbedienza civile (2015), Il cinema del no. Visioni anarchiche della vita e della società (2016) e Il secolo dei giovani e il mito di James Dean (2020).