Via di fuga a mare

25,00 €
Quantità

  • Tutti i tuoi acquisti sono protetti con i migliori standard SSL e certificati ! Tutti i tuoi acquisti sono protetti con i migliori standard SSL e certificati !
  • Spedizione veloce e con tracciabilità per seguire il tuo prodotto. Spedizione veloce e con tracciabilità per seguire il tuo prodotto.
  • Tutti gli acquisti godono del diritto di recesso. Tutti gli acquisti godono del diritto di recesso.
Tina Cosmai
9788869658990

25 x 25 cm
96 pagine
60 fotografie ca. a colori
brossura con alette

Via di fuga a mare è il primo libro di Tina Cosmai, artista-fotografa, con un testo di Gigliola Foschi.
«Un improbabile paesaggio balneare ibridato con insediamenti industriali, laddove il mare rappresenta l’unica via di fuga. L’uscita di sicurezza per individui schiacciati fra le fabbriche proliferate a ridosso della costa e le infrastrutture portuali sorte davanti alle spiagge. L’atto di fede degli uomini che sfuggono alla morsa claustrofobica del progresso, cercando una direzione che li conduca al di là dell’“ultima spiaggia”.» Tina Cosmai introduce così la sua indagine che si concentra sulla condizione dell’uomo e i suoi scatti metafisici, caratterizzati da un raffinato minimalismo cromatico, lasciano riflettere sulla condizione umana al tempo del dominio della tecnologia.
Come scrive Gigliola Foschi nel testo introduttivo, «Via di fuga a mare è il titolo emblematico della serie di opere, suddivise in cinque “capitoletti”, presentate da Tina Cosmai. Ma è anche la scritta che campeggia su un cartello corroso dalla salsedine e dalla trascuratezza umana, affacciato su un mare in lontananza, quasi invisibile.»
E allora, in un mare azzurro che si perde verso l’infinto, vediamo saltare giostre e birilli, crearsi nell’atmosfera enormi figure geometriche con cui gli uomini devono convivere – proiezioni dei nostri “giochimentali.
È un mondo lieve e grave allo stesso tempo, quello in cui ci porta Tina Cosmai. Un mondo in cui le meraviglie della mente e le realtà di tutti i giorni convivono e si intrecciano.
Tina Cosmai vive in Liguria, in provincia di Genova. Scrittrice e giornalista culturale, ha collaborato con quotidiani e magazine nazionali e internazionali, occupandosi di cultura e beni culturali. Da alcuni anni si dedica esclusivamente alla fotografia, in una ricerca sulla solitudine e lo smarrimento dell’uomo nel paesaggio contemporaneo. I suoi lavori sono stati esposti in diverse mostre personali e di gruppo sia in Italia che all’estero, e pubblicati su riviste di settore: Il Fotografo, L’Oeil de la Photographie, ArtsLife, Le Litteraire, Spectaculum Magazine. Il progetto La Luna e i Falò, dedicato allo scrittore Cesare Pavese, è esposto nelle sale del Museo della Fondazione Pavese, Santo Stefano Belbo. Nel 2021, con il progetto Manikins, ha vinto il Premio Internazionale New-Post Photography – MIA Fair, Milano.