• Prezzo scontato

Innatural

9,90 €
9,41 € Risparmia 5%

Innatural è il più recente ciclo di opere di Giampaolo Barbieri dedicato a frammenti di natura tropicale, che da tempo costituisce uno dei temi caratterizzanti della sua ricerca fotografica, inseguita ai quattro angoli dell’emisfero australe, dal Madagascar alle Seychelles, dalla Polinesia a Tahiti.
Questo lussuoso volume contenente 50 fotografie sontuosamente stampate e ottenute da negativi polaroid, è articolata per pezzi singoli, ma anche “dittici” e “polittici” e propone differenti variazioni sullo stesso soggetto, con una scelta che riflette la ricchezza di riferimenti del fotografo milanese, che rivolge costantemente il suo sguardo alla storia dell’arte.

Quantità
Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

  • Tutti i tuoi acquisti sono protetti con i migliori standard SSL e certificati ! Tutti i tuoi acquisti sono protetti con i migliori standard SSL e certificati !
  • Spedizione veloce e con tracciabilità per seguire il tuo prodotto. Spedizione veloce e con tracciabilità per seguire il tuo prodotto.
  • Tutti gli acquisti godono del diritto di recesso. Tutti gli acquisti godono del diritto di recesso.
Giampaolo Barbieri
9788889032466

27x33 cm
104 pagine
50 fotografie a colori e in b/n
rilegato con sovracoperta in pvc

Il suo sguardo è quello di un insaziabile cultore dell’effetto, un abilissimo creatore di composizioni tanto raffinate quanto artificiali, che celebrano il dettaglio e ne valorizzano ogni impercettibile minuzia, ma che al tempo stesso ne smentiscono ogni possibile “verità”.
La natura di Giampaolo Barbieri insomma non è naturale, anzi, è costruita come il più complicato dei set fotografici. Di fronte a una modella, un casco di banane, un pesce volante o un abito da sera, il suo atteggiamento non cambia. Per questo Innatural: per l’innaturalità che sta dentro la “sua” natura.


Nato a Milano nel 1938, Giampaolo Barbieri ha studiato all`Università Cattolica. Dopo un anno di apprendistato a Cinecittà, nel 1961 è assistente di Tom Kublin per le riprese fotografiche delle collezioni francesi di moda. Nel 1965 inizia la sua collaborazione con la rivista Vogue Italia realizzando la copertina del primo numero. I servizi per Vogue edizioni italiana, francese, americana e tedesca gli aprono le porte delle campagne pubblicitarie commissionate dai grandi stilisti. Nel 1978 la rivista tedesca Stern lo inserisce tra i 14 fotografi che hanno creato la fotografia di moda. Le sue fotografie sono esposte al Victoria and Albert Museum di Londra e al Kunstforum di Vienna.