• Prezzo scontato
  • Nuovo

Vivian Maier. A colori

49,00 €
41,65 € Risparmia 15%
Il libro accompagna la mostra Vivian Maier. A colori in esposizione a Forma Meravigli dal 24 ottobre 2019 al 19 gennaio 2020

Senza dubbio, Vivian Maier può essere considerata una delle prime poetesse della contemporanea fotografia a colori.

Joel Meyerowitz

Quantità

  • Tutti i tuoi acquisti sono protetti con i migliori standard SSL e certificati ! Tutti i tuoi acquisti sono protetti con i migliori standard SSL e certificati !
  • Spedizione veloce e con tracciabilità per seguire il tuo prodotto. Spedizione veloce e con tracciabilità per seguire il tuo prodotto.
  • Tutti gli acquisti godono del diritto di recesso. Tutti gli acquisti godono del diritto di recesso.
A cura di Colin Westerbeck
9788869657160
22 x 27 cm
240 pagine
150 fotografie a colori
cartonato con sovraccoperta


Vivian Maier. A colori, a cura di Colin Westerbeck, è la prima raccolta di fotografie a colori di Vivian Maier. Il libro presenta una premessa del fotografo di fama mondiale Joel Meyerowitz e una prefazione dello stesso Westerbeck, seguita da una sequenza di più di 150 immagini, molte delle quali inedite, che raccontano il quotidiano americano tra gli anni Cinquanta e la metà dei Settanta, tutte a colori.

In un’epoca in cui il colore in fotografia veniva visto con diffidenza, utilizzarlo era coraggioso: Vivian Maier, la cui fama arrivò solo dopo la morte e per caso, conferma ancora una volta il suo alto grado di professionalità e sperimentalismo. I testi di Meyerowitz e Westerbeck analizzano la natura di questi lavori comparandoli a quelli in bianco e nero e alle immagini di fotografi a lei affini, come Eugene Atget e Lee Friedlander, facendo luce sullo stile, la bellezza. La street photographer di Chicago, a lungo considerata la tata con la passione per la fotografia, il cui talento è stato spesso relegato ai ranghi dell’amatoriale, dimostra con la scelta del colore di essere una vera pioniera del genere. Queste fotografie sono “gemme memorabili”, come le chiama Meyerowitz, parlano di un’America vivace e piena di dettagli colorati che spiccano e rompono la scialba routine.

Vivian Maier. A colori ci mostra una fotografa dallo sguardo acuto e sempre controcorrente, con il suo modo e la sua cifra stilistica. L’ironia, il calore umano, il paesaggio urbano, i ritratti, i bambini: Maier ha il dono di essere l’obiettivo invisibile per le strade di Chicago e New York, componendo un racconto che ha il carattere di una rivelazione.


Vivian Maier nacque a New York nel 1926 e trascorse parte della sua infanzia e adolescenza in Francia. Al ritorno negli Stati Uniti lavorò per quarant’anni come bambinaia, coltivando sempre la passione per la fotografia. Nell’arco della sua vita ha realizzato oltre centomila fotografie ma il suo lavoro è rimasto sconosciuto fino a quando, negli anni Duemila, lo storico John Maloof lo ha scoperto in un’asta a Chicago. Le sue immagini sono esposte in gallerie e musei e sono state pubblicate da riviste e giornali di tutto il mondo.

Messaggi correlati