• Prezzo scontato

Pier Paolo Pasolini - La lunga strada di sabbia

39,00 €
37,05 € Risparmia 5%

Estate 1959. Per la rivista Successo, Pier Paolo Pasolini percorre la costa italiana al volante di un Fiat Millecento per realizzare La lunga strada di sabbia un ampio reportage sull’Italia tra cambiamento e tradizione, vacanza borghese e residui di un dopoguerra difficile. Un testo di grande bellezza che continua a colpire per la sua profondità e poesia.

Quantità
Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

  • Tutti i tuoi acquisti sono protetti con i migliori standard SSL e certificati ! Tutti i tuoi acquisti sono protetti con i migliori standard SSL e certificati !
  • Spedizione veloce e con tracciabilità per seguire il tuo prodotto. Spedizione veloce e con tracciabilità per seguire il tuo prodotto.
  • Tutti gli acquisti godono del diritto di recesso. Tutti gli acquisti godono del diritto di recesso.
Philippe Secliér
9788889032930

17,5x24 cm
260 pagine
62 fotografie in b/n
rilegato

A quarant’anni di distanza, il fotografo Philippe Séclier ha ripercorso quello stesso itinerario, ritrovando tracce, immagini e memoria del grande scrittore e del suo memorabile ritratto dell’Italia.
Ora, per la prima volta, pubblichiamo il testo completo de La lunga strada di sabbia, insieme al dattiloscritto originale di Pier Paolo Pasolini e alle fotografie di Séclier. Un documento unico per tornare a conoscere, a trent’anni dalla sua morte, l’arte di un grande scrittore e intellettuale e riscoprire il forte legame che lo univa al nostro paese.

[...] visioni smaglianti ancora fresche di un’intelligenza che attraverso la funzione dello sguardo riusciva a cogliere realtà e mutamento, la dinamica di un presente la cui cecità sembrava mandare in nero vicende gravide di passato e di contrasti antropologici. [...] Ma in queste pagine tornate alla luce c’è qualcosa di più: c’è un’emozione gioiosa, un’adesione che non si fa scrupolo di confrontarsi fuori schema con quanto le sta davanti, di temperare sensualità e desideri e di esaltare un bulino stilistico che insegue con estasi ogni dettaglio.

Enzo Siciliano; la Repubblica, 25 settembre 2005