PRESENTAZIONE "IMPERFETTI" DI MAURIZIO CROSETTI - 15 NOVEMBRE ORE 21

Pubblicato il : 10/11/2021 12:51:45

PRESENTAZIONE "IMPERFETTI" DI MAURIZIO CROSETTI - 15 NOVEMBRE ORE 21

Giovedì 25 novembre alle 21 al Circolo dei lettori di Torino la prima presentazione del libro che esce il 25 novembre, in concomitanza con il primo anniversario della morte di Diego Armando Maradona, Imperfetti, un volume che racconta le storie di atleti di fama mondiale entrati nel mito per risultati, determinazione e forza di volontà e che, allo stesso tempo, hanno visto la loro notorietà macchiarsi a causa di errori, scelte coraggiose, momenti storici complessi o decisioni e incontri sbagliati. L’ascesa e la caduta di eroi che, a volte in un attimo, hanno trasformato la loro esistenza per sempre.

Nello sport, come nella vita, grandezza e perfezione non sono la stessa cosa: «può accadere che l’imperfezione non sporchi la grandezza ma la completi, la umanizzi, e che la grandezza non possa nascere e svilupparsi senza l’ombra dell’imperfezione». Mai fermarsi all’apparenza: abbiamo esempi di campioni che hanno realizzato sé stessi anche, o nonostante, limiti morali o materiali, impurità di carattere, debolezze del corpo o dell’anima.

Maurizio Crosetti ripercorre le vittorie e le fragilità dei più grandi atleti della storia, accompagnato dai ritratti d’autore dei protagonisti e dalle fotografie che li hanno resi iconici ai più: la solitudine di Diego Armando Maradona (di cui ricorrerà l’anniversario dalla morte il 25 novembre 2021), la morte di Marco Pantani, l’inganno di Lance Armstrong e la fuga di O.J. Simpson. E ancora, Muhammad Ali, Alex Schwazer, Ben Johnson, George Best, Oscar Pistorius, Greg Louganis, Nadia Comaneci e molti altri. Viste dall’esterno, le loro storie sono quelle di trionfi e carriere memorabili, desiderio di intere generazioni di spettatori e stimolo per altri aspiranti sportivi. Ma «una carriera può essere una tortura» e spesso la fama presenta un conto che questi miti sono stati costretti a pagare: è davvero poca la distanza fra la vetta da cui si sfiorano le stelle e il baratro in cui si è avvolti dalle ombre.

Condividi